Tappa 1: Verzuolo - Isasca

Tappa
Partenza - Arrivo

Tappa 1 Verzuolo - Isasca

Durata
cammino

5,00

Altitudine
Partenza - Arrivo

420 660

Dislivello

+745 -505

Tappa 1

Verzuolo - Isasca

In via al Castello, dopo l'ala, saliamo a destra sulla strada asfaltata, passando tra le vecchie abitazioni del rione Guardia e accanto ad un pilone votivo, dove la strada svolta a sinistra ed inizia a percorrere il crinale della collina. Con un tratto di mulattiera arriviamo a Pian Fiorito. Proseguiamo nel bosco e giungiamo al Santuario di Santa Cristina. Dal piazzale davanti alla chiesa saliamo la ripida sterrata e dopo 50 metri la tralasciamo per prendere lo stretto sentiero sulla sinistra che ci porta con una ripida ascesa al Pilone San Salvatore. Di qui proseguiamo in discesa arrivando al Pian Colletto, crocevia di più sentieri. Teniamo quello che sale e raggiungiamo la sommità della collina dove si trova la bianca cappella di S.Bernardo il Vecchio. Prendiamo la direzione Isasca – Venasca su uno stretto sentiero che segue lo spartiacque. Teniamo la cresta con vari sali e scendi e poi seguiamo la direzione Isasca. Entriamo in un magnifico castagneto e scendiamo sulla piazza del paese. Leggi di più
Variante 1 - Partenza da Saluzzo Partire da Saluzzo può essere una semplice alternativa e ci permette di partire direttamente dalla capitale dell'antico Marchesato. Punto di partenza del trekking diventa così la Castglia, antica dimora dei Marchesi, nella parte alta della città. Proprio a lato dell'edificio, prendiamo l'asfaltata che sale, seguiamo sempre la principale sino a dove termina l'asfalto e poi seguiamo le indicazioni per S.Cristina. Variante 2 – Partenza da Piasco La partenza da Piasco ci consente di salire in modo più diretto a S.Bernardo il Vecchio, utilizzando un'antica via di comunicazione attraverso le numerose borgate del versante solatio del terriorio piaschese: la zona storicamente più abitata e coltivata. Partiamo da piazza Martiri della Liberazione, di fronte alla chiesa parrocchiale. Di qui attraversiamo via Roma per imboccare la stradina in salita a fianco della fontana (salita Porporato) e saliamo sulla collina costeggiando i ruderi dell'antico castello. Tocchiamo Tetti Picot, Tetti Frati, Borgata Borgna e giungiamo a Serravalle. Di qui Tetti Ponza, Tetti Raimondo, Tetti Boggio e raggiungiamo il Pilone Salvatico, su un ampio pianoro. Proseguiamo e in pochi minuti giungiamo a San Bernardo il Vecchio.

Si prega di segnalare eventuali dissestamenti o incongruenze riscontrati lungo l'itinerario a info@vallevaraitatrekking.it.
Grazie per la collaborazione!

Disponibili su questo percorso